Silver Workers

Non è mai facile perdere un posto di lavoro, ma può essere particolarmente difficile per persone che abbiano superato i 50 anni: molti di questi hanno dedicato più di due decenni alla propria carriera e potrebbero essere rimasti fuori dal mercato della ricerca di lavoro per un tempo altrettanto lungo.

Il progetto ha come obiettivo quello di migliorare le conoscenze, competenze, attitudini e strumenti di lavoro, dei lavoratori ultra 50enni (cosiddetti "silver workers") fuoriusciti dal mercato del lavoro in modo che siano in grado di dar vita ad una nuova impresa, mettendo in pratica la propria creatività, le proprie idee e i propri hobby.

Il progetto mira quindi a:

-      Migliorare l'erogazione di un'offerta formativa più adeguata ed efficace che promuova un'educazione più completa degli adulti over 50, specie di quelli "low skilled", in linea con la priorità VET di inclusione anche di gruppi a rischio in percorsi di formazione continua;

-      Migliorare la rilevanza dell’offerta di IFP rispetto alle esigenze del mercato del lavoro;

Allinearsi con la priorità Orizzonatale "sviluppare competenze di base e trasversali, come l'imprenditorialità, le abilità digitali e il multilinguismo, utilizzando approcci pedagogici innovativi e incentrati sui discenti e sviluppando metodi di valutazione e certificazione appropriati. 

http://www.silverworkers.net/

+ Scopri di più- Chiudi

La prima fase del progetto prevede uno studio preliminare al fine di sviluppare raccomandazioni per decisori politici e per guidare la seconda fase di sviluppo di contenuti e strumenti per la formazione. La formazione si avvarrà sia di insegnamento "tradizionale" che di una piattaforma web, che permetta di: usare il materiale formativo in modalità e-learning; mettere le basi per un proprio start-up, con la guida di esperti/dirigenti; sviluppare una rete di contatti con potenziali imprenditori esperti. I target groups coinvolti saranno potenzialmente in grado, come risultato finale, di sviluppare capacità e competenze imprenditoriali, necessarie ad avviare una propria start-up, grazie al coaching, mentoring e formazione ricevuta.

Si prevede il coinvolgimento diretto (formazione e valutazione) di almeno 30 partecipanti per paese, scelti tramite un bando aperto a ultra 50enni interessati a reinventarsi una professione e creare una start-up. Si intende comunque raggiungere totale di circa 100 rappresentanti del gruppo target per paese grazie alle attività di visibilità, comunicazione e formazione a distanza. Sarà inoltre condotta una mappatura di stakeholders a livello nazionale nei 5 paesi coinvolti ed europeo grazie alle reti dei partner, al fine di identificare le organzzazioni potenzialmente interessate a sfruttare i prodotti del progetto e definire una strategia mirata a promuovere il sistema di formazione presso di loro, garantendo anche attività dimostrative. Tali target indiretti includono rappresentanti del mondo della formazione, del lavoro, del business e decisori politici e saranno raccolti in 5 database nazionali e 1 europeo