FOR.IT.

FORmazione per l’Innovazione Tecnologica

FOR.IT. è il  piano formativo rivolto ad alcune aziende impegnate in un processo di introduzione di innovazione tecnologica e di sviluppo industriale della filiera agroalimentare. Il Piano FOR.IT. è funzionale ad introdurre nuove tecniche per il riutilizzo dei sottoprodotti della lavorazione industriale di due distinte filiere produttive: quella del latte, attraverso il recupero del siero, e dell’olio, puntando al recupero di sanse vergini, acque di vegetazione e noccioli.

La domanda di mercato che sottende lo sviluppo dell'innovazione tecnologica identifica la potenzialità di utilizzare i residui della lavorazioni per contribuire alla diminuzione dell’impatto ambientale delle lavorazioni e conferire “valore aggiunto” al prodotto sviluppato. Molti sottoprodotti dell’industria agroalimentare contengono, infatti, principi dermoattivi ad attività antimicrobiotica, antiossidante e antiaging e da queste è possibile sviluppare ulteriori prodotti nutraceutici e integratori alimentari la cui commercializzazione coglie la sempre più crescente attenzione al miglioramento della qualità nel rispetto ambientale e secondo principi di salute e sicurezza delle produzioni.

A tal proposito, FOR.IT. sviluppa un piano formativo determinante le competenze per agire su due livelli di innovazione:

- di processo: attraverso l'introduzione di nuove tecniche per il recupero e riutilizzo degli scarti di lavorazione e la messa a punto di un sistema informatizzato di codifica e classificazione della tipologia di scarto, ovvero della sostanza isolata e la sua corretta classificazione invista di un ulteriore impiego. L'innovazione assume ancor più rilevanza rispetto al target di aziende interessate, ovvero PMI campane che possono divenire moltiplicatori della cultura di concepire lo “scarto” come materia prima da reimmettere nel ciclo produttivo piuttosto che come rifiuto speciale da smaltire a costi elevati. 

- di prodotto: grazie alla formulazione e sviluppo di integratori alimentari e di altre sostanze funzionali anche nel campo della cosmetica. Un ulteriore prodotto derivante dallo sviluppo tecnologico riguarda la realizzazione di una piattaforma informatica per l’acquisizione, la catalogazione e la gestione dei dati relativi alle sostanze bioattive recuperabili dagli scarti di lavorazione e per la consultazione di documentazione on line relativa all’intero processo di ricerca posto a valle del percorso di innovazione.

Il Piano si avvale di un'indagine sulla domanda del fabbisogno di innovazione nel settore agroalimentare, condotta in collaborazione con Federalimentare e in concomitanza con  l'indagine congiunturale sulle imprese dell’industria alimentare che Federalimentare conduce trimestralmente. 

Leggi il report Analisi della domanda di formazione per l'innovazione del settore dell'industria alimentare

+ Scopri di più- Chiudi

Le azioni formative previste afferiscono alle seguenti aree tematiche:

1. Gestione dei processi di innovazione in azienda: include percorsi per sviluppare processi e tecniche in base all'innovazione tecnologica inserita in azienda, gestione dell'impatto dell'innovazione tecnologica sui processi organizzativi aziendali; network per potenziare la competitività in vista dell'innovazione tecnologica: i contratti di rete, la gestione delle attività di ricerca e sviluppo in azienda.

2. Analisi chimica e recupero degli scarti di lavorazione: include percorsi formativi per acquisire competenze funzionali all'utilizzo e alla condivisione di protocolli di analisi chimica. Metodiche di recupero e valorizzazione dei principi attivi contenuti negli scarti di lavorazione agroalimentari-

3. Sviluppo e produzione di soluzioni nutraceutiche e cosmetiche: dagli aspetti della legislazione relativa alla produzione di  cosmetici e nutraceutici fino ad affrontare le metodiche innovative per la produzione e controllo di qualità dei prodotti alimentari innovativi.

4. Marketing e analisi di mercato: per lanciare l'innovazione tecnologica veicolando l'ingresso in nuovi mercati. Analisi di mercato a supporto delle politiche di innovazione tecnologica in azienda e Tecniche di marketing per il lancio di nuovi prodotti.